fbpx
SCARICA
I sintomi del disturbo dello spettro autistico ASD

Disclaimer: Qualsiasi informazione fornita in questo articolo non ha lo scopo di diagnosticare o trattare. Non dovrebbe sostituire la consultazione con un professionista qualificato per trattare il disturbo dello spettro autistico (ASD).

Sintomi e segni comuni di autismo

I primi sintomi (o suggerimenti) dell'autismo nei bambini possono essere rintracciati nei primi mesi di vita (almeno in alcuni casi). Tuttavia, la maggior parte dei bambini con autismo DSM-2 può essere diagnosticata in giro 18-24 mesi. Alcune diagnosi arrivano più tardi nella vita e il disturbo a volte viene confuso con altri problemi mentali (in particolare l'autismo DSM-1).

Naturalmente, l'autismo DSM-3 (il più grave) è relativamente più facile da valutare rispetto al DSM-1 (alto funzionamento), quindi alcuni individui possono raggiungere l'età adulta non diagnosticata (o scoprire in seguito nella vita che l'autismo è la causa principale delle difficoltà incontrate durante vita).

Spieghiamo ora i sintomi dell'autismo per i più piccoli, i bambini in età prescolare / scolare e gli adulti.

Segni di autismo per i più piccoli (1-36 mesi)

Segni di autismo nei bambini

Genitori, tutor, operatori sanitari dovrebbero prestare grande attenzione, nei primi 36 mesi dopo la nascita, alla possibile presenza di uno dei seguenti sintomi e segni comuni di autismo per i bambini piccoli e ottenere la consulenza di un esperto in caso di dubbi:

  • Il bambino sfugge al contatto visivo con i genitori e / o altre persone e non osserva le cose quando gli altri le indicano
  • Il bambino preferisce la solitudine alla compagnia e ha qualche piccola espressione gioiosa
  • Il bambino sembra disinteressato alle coccole e all'interazione con gli altri (mancanza di empatia e lettura dei sentimenti degli altri attraverso gesti, espressioni facciali o tono della voce)
  • Il bambino ha un interesse ossessivo per alcuni argomenti e stimoli, accompagnato da una totale mancanza di interesse per gli altri
  • Il bambino esprime un comportamento ripetitivo e in alcuni casi atteggiamenti autodistruttivi (movimento compulsivo delle mani, frasi ripetute più e più volte, dondolando avanti e indietro, sbattendo, girando, sbattendo la testa o le braccia contro pareti e mobili, recitando a la lavatrice, muovendo le leve su e giù senza sosta, ecc.)
  • Il bambino mostra iper attenzione ai suoni, ai tocchi, agli odori o alle viste
  • Il bambino ha chiari problemi di comunicazione, sia verbale che non verbale; parlare è monotono, piatto, senza emozioni, a volte le stesse frasi si ripetono più e più volte (ecolalia)
  • Il bambino si sente a disagio con qualcosa di diverso dalle poche routine conosciute (ad esempio programma giornaliero, pasto, vestiti, la strada per la scuola o l'ospedale)
  • Il bambino sperimenta epilessia o episodi di convulsioni
  • Il bambino ha pochi gesti avanti e indietro come indicare, mostrare, raggiungere o agitare
  • Il bambino mostra comportamenti rituali (ad esempio allinea gli oggetti, tocca gli oggetti più e più volte in un ordine specifico)
  • La gamma di interessi del bambino è molto limitata e monotematica

L'intensità di questi segni dipende dal tipo di autismo del bambino: dal sindrome di Asperger (una condizione vicina all'autismo, ma caratterizzata da livelli di funzionamento più elevati, adeguate capacità verbali, QI medio / superiore alla media), fino ai disturbi disintegrativi (o autismo a basso funzionamento, in cui i bambini mancano di capacità sociali e di comunicazione completamente dopo i 2 anni o 3).

È importante notare, tuttavia, che alcuni dei segni sopra elencati possono essere mostrati da bambini senza autismo. Solo i medici specializzati possono valutare se le carenze comportamentali e sociali sono correlate al disturbo dello spettro autistico o ad altre patologie e al loro livello di gravità.

Segni e sintomi di autismo per bambini in età prescolare (da 3 a 5 anni)

Per alcuni bambini, i segni dell'autismo potrebbero non diventare completamente chiari fino a quando non raggiungono l'età della scuola materna (o anche un po 'più tardi, cioè quando vanno a scuola).

Questo è il caso dei bambini che mostrano sintomi lievi fino a circa tre anni, ma iniziare a sperimentare lacune di sviluppo evidenti rispetto ai bambini della loro età subito dopo (difficoltà di apprendimento, problemi di comunicazione, tendenza all'isolamento e altri tratti comuni dello spettro autistico).

Segni di autismo nei bambini in età prescolare (fino a 5 anni)

In questi casi, il divario di sviluppo diventa sempre più evidente giorno dopo giorno: in queste circostanze, si consiglia ai genitori di cercare una consulenza professionale (l'autismo è la causa?).

Il bandiere rosse comportamentali della sindrome autistica in questa fase sono:

  • Movimenti ripetitivi e compulsivi, come sbattimento, oscillazione prolungata o rotazione di oggetti, protagonista di dispositivi e oggetti in movimento
  • Interesse ossessivo per giocattoli o oggetti specifici (e totale indifferenza per tutti gli altri)
  • Forte resistenza ai cambiamenti nelle routine e nell'ambiente, con reazioni negative incontrollate per ogni piccolo cambiamento
  • Grave angoscia in caso di suoni sconosciuti e agorafobia (forte ansia nei luoghi pubblici)
  • Resistenza al consumo di alimenti specifici, in particolare quelli solidi
  • Problemi alla toilette
  • Disturbi o difficoltà cronici del sonno

Il bandiere rosse sociali del disturbo dello spettro autistico in questa fase sono:

  • Il bambino è estremamente riservato e non socializza con compagni di scuola e insegnanti
  • Manca il contatto visivo con colleghi, genitori e insegnanti
  • Cominciano ad apparire problemi verbali, come errori grammaticali, frasi mal costruite o ossessione per parole specifiche ripetute più e più volte
  • Mancanza di abilità sociali, interazione con gli altri (anche rifiutando le coccole)
  • Il comportamento solitario è preferito per giocare e condividere esperienze con gli altri
  • Il bambino non piange o piange sempre

Segni e sintomi di autismo per bambini in età scolare (da 5 a 10 anni)

In passato, una grande percentuale di bambini aveva una diagnosi di ASD solo quando colpiva l'età scolare e l'ASD veniva spesso confusa con altre malattie psichiatriche. Grazie alle campagne di sensibilizzazione sull'autismo, oggi i bambini hanno maggiori possibilità di ottenere una diagnosi più chiara all'inizio della vita (e iniziare benefici terapie).

Sintomi autistici in età scolare

I sintomi tipici dell'autismo per i bambini in età scolare sono:

  • Problemi di conversazione con i coetanei (ossessione per singolo argomento o tendenza ad avere monologhi piatti senza attenzione ai commenti degli altri)
  • Incapacità di comprendere la comunicazione non verbale e tendenza a prendere le cose alla lettera (non capire barzellette e metafore)
  • Tono di voce monotono o modo insolito di parlare
  • Preferenza per solitudine, angoscia per incontri sociali, mancanza di amici
  • Rigidità nel seguire le regole, sia a scuola che nei giochi o qualsiasi tipo (incluso lo sport)
  • Goffaggine sociale
  • Interessi e ossessioni insolite, con una totale mancanza di interesse per soggetti diversi
  • Movimenti fisici insoliti, come mordere, toccare, dondolare o sfogliare le dita
  • Uso compulsivo dei sensi come odore, tatto, gusto, udito e visione
  • Ansia in caso di cambiamenti nella routine e nelle persone
  • Comportamento passivo-aggressivo
  • Ansia quando si affronta qualsiasi nuova circostanza, specialmente entrando nell'età dell'adolescente
  • Esprimere comportamenti non conformi agli standard socialmente accettati

Segni e sintomi di autismo per adulti

Gli adulti con autismo mostrano sintomi simili a quelli sopra elencati per le altre fasce d'età. Tuttavia, mentre alcune persone con lieve autismo diventano in grado di far fronte alle loro difficoltà passando dall'infanzia all'età adulta, trovando in qualche modo un equilibrio accettabile, altre trascorrono la vita in isolamento e frustrazione (a volte incapaci di dare un nome preciso alla loro condizione).

Segni e sintomi di autismo negli adulti

Gli adulti che riconoscono i sintomi dell'autismo devono consultare un medico: una diagnosi può essere difficile da accettare ma può anche essere liberatrice da un'altra prospettiva. Molti adulti lo hanno affermato una diagnosi di autismo ha portato un senso di chiarezza e sollievoe impostarli su un nuovo percorso di sviluppo personale (terapie ad hoc, connessione con altri adulti che soffrono della stessa condizione, ecc.). Ovviamente, tutto ciò è vero solo per lievi livelli di autismo.

Sviluppo del bambino autistico vs. normale

UN non-autistici il bambino deve mostrare il seguente percorso di sviluppo tipico nei primi 36 mesi dalla nascita (qualsiasi deviazione significativa può essere considerata una bandiera rossa per l'autismo e ricontrollata):

Entro 12 mesi:

  • Il bambino guarda i volti con attenzione, rispondendo alle emozioni delle altre persone con reazioni appropriate
  • I sorrisi imitano alcune espressioni facciali, seguono oggetti in movimento con un movimento degli occhi o della testa
  • Inizia a vibrare, imita suoni e parole e porta le mani alla bocca
  • Ha parole singole come "mamma" o "papa", ripete suoni o gesti di attenzione
  • Gira la testa verso la direzione del suono, risponde quando viene chiamato dal suo nome
  • Spinge verso il basso sulle gambe quando i piedi sono posizionati su una superficie solida; solleva la testa e il torace quando giace a pancia in giù
  • I sorrisi alla voce della madre o degli assistenti primari li preferiscono a tutti gli altri
  • Può sedersi senza assistenza, può tirarsi su per stare in piedi, cammina aggrappandosi ai mobili
  • Saluta "ciao" e indica gli oggetti

Entro 24 mesi:

  • Cammina da solo, con il supporto può negoziare scale e mobili, trasporta e tira giocattoli mentre cammina
  • Imita il comportamento degli altri, entusiasta della compagnia di altri bambini
  • Ha diverse parole singole da 15 a 18 mesi; usa frasi semplici entro 24 mesi

Entro 36 mesi:

  • Utilizza frasi di 4-5 parole, comprende la maggior parte delle frasi e delle istruzioni
  • Imita adulti e compagni di gioco, esprime apertamente affetto, si separa facilmente dai genitori
  • Ordina gli oggetti per forma e colore
  • Si arrampica bene, corre, calcia un pallone, negozia le scale senza aiuto

Diagnosi di autismo

La diagnosi precoce dell'autismo è fondamentale, poiché la ricerca dimostra che all'inizio della vita si osserva il disturbo, migliori sono le possibilità di iniziare terapie appropriate per affrontare le carenze del bambino. Generalmente, l'autismo viene diagnosticato nel modo seguente per i bambini:

  1. Pediatri e medici generici, consapevoli della crescente incidenza di autismo nelle nuove generazioni, intraprendono specifici test di rilevamento dell'autismo presso i 18esimo e 24esimo mese dopo la nascita (alcuni medici controllano i bambini anche prima, esempio a 9 mesi o più tardi, esempio a 30-36 mesi): con questi controlli, i medici cercano di identificare possibili carenze in termini di movimenti, comportamento, apprendimento, capacità comunicative e orali .
  2. In caso di dubbi o problemi durante questi controlli generali, i medici raccomanderanno test più approfonditi, che possono includere controlli sensoriali, recensioni sullo sviluppo, test di visione, udito e conversazione, fino a controlli medici (genetici). Questi test sono eseguiti da medici specializzati in autismo o psicologo infantile. Test speciali e liste di controllo vengono utilizzati per diagnosticare l'autismo, come il cosiddetto ADOS (programma di osservazione diagnostica dell'autismo) o Revised ADI-R o l'Intervista diagnostica per i disturbi sociali e delle comunicazioni (DISCO)

Per diagnosticare l'autismo, i sintomi devono manifestarsi all'inizio della vita, essere chiari, persistenti e influenzare la vita del bambino in modo straordinario. Se i segni hanno una breve durata e sono incoerenti, possono essere attribuiti a cause diverse dall'autismo (che i medici indagheranno con altri metodi). Uno degli aspetti della diagnosi è la valutazione della gravità di ciascuna carenza, principalmente nelle aree sociali e comunicative.

Per gli adulti, la diagnosi viene generalmente dopo una richiesta spontanea da parte dell'individuo.

Processo di diagnosi ASD

La diagnosi di ASD si articola in una serie di passaggi tipici:

  1. Preparazione: I genitori dovrebbero venire alla valutazione ben preparati, il che significa che dovrebbero raccogliere dettagli sui bambini, come qualsiasi analisi precedente, test e annotare tutti i comportamenti atipici (bandiere rosse di autismo) del bambino nelle diverse circostanze . I genitori dovrebbero fornire un quadro veritiero e accurato della situazione ed evitare di nascondere problemi spiacevoli
  2. Valutazione familiare e comportamentale: il primo passo è generalmente una valutazione approfondita della storia della famiglia e dei tratti comportamentali del bambino. Protocolli specifici sono stati sviluppati per questa fase, per renderlo il più strutturato possibile (esempi sono gli schemi DISCO e ADOS)
  3. test d'intelligenza: Per testare le capacità cognitive e di apprendimento del bambino sospettato di autismo, viene generalmente eseguito un test QI. La maggior parte dei bambini autistici mostra livelli di QI medi o inferiori alla media, con alcune eccezioni (per ASD lieve o Asperger)
  4. Test di comunicazione: questo passaggio, talvolta eseguito in collaborazione con un esperto di patologie del linguaggio, mira a valutare il livello di comunicazione verbale e non verbale del bambino. L'obiettivo principale è valutare se il bambino mostra abilità comunicative atipiche e le eventuali carenze esistenti
  5. Test medici: una serie di test fisici sono inclusi nella valutazione per garantire che i sintomi degli autismi non siano correlati a condizioni fisiche (ELETTROENCEFALOGRAMMA, esame del sangue, esame visivo, test sensoriali e controlli genetici)

Alla fine dell'esame, che può richiedere diversi giorni, il valutatore pubblica una relazione scritta per dichiarare le proprie conclusioni. L'intero processo può richiedere fino a 2/3 settimane.

I genitori prendono una diagnosi positiva di ASD in modo molto diverso: per alcuni rappresenta uno shock totale, per altri una sorta di sollievo. In ogni caso, la vita di entrambi i genitori e il bambino sono cambiati da una diagnosi di autismo, e in alcuni casi in meglio (accesso ai finanziamenti, supporto, inizio delle terapie, una chiara comprensione del problema e come affrontare esso).

Chi può diagnosticare l'autismo?

La presenza o l'assenza di un disturbo dello spettro autistico nei neonati e nei bambini piccoli deve essere diagnosticata da uno specialista ASD, un team multidisciplinare, un pediatra, uno psichiatra o uno psicologo clinico esperto nella valutazione del disturbo dello sviluppo e nella diagnosi deve avvenire utilizzando l'ultimo “Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (chiamato DSM-V).

La metodologia DSM-5 è stata sviluppata per garantire che la diagnosi sia coerente, standardizzata e non rappresenti un'esperienza stressante sia per l'individuo che per la famiglia. La diagnosi può essere eseguita in strutture pubbliche o private. Poiché una rapida valutazione può essere di grande beneficio per i risultati a lungo termine delle terapie esistenti (come ABA), si consiglia di prendere in considerazione un test privato nel caso in cui i tempi di attesa presso le strutture pubbliche siano troppo lunghi.

Per i bambini in età scolare o per gli adulti, l'incontro con uno psicologo specializzato e / o psichiatra è la scelta migliore. In questi casi, la diagnosi è un mix di test psico-attitudinali, cognitivi e comportamentali, insieme a interviste volte a ricostruire la vita della persona dall'infanzia all'età adulta.

La maggior parte delle associazioni di autismo locali tengono registri dei medici specializzati nel paese o nell'area e possono essere il primo riferimento per i genitori.

Perché la diagnosi è importante?

Nel caso di sospetti, si consiglia ai genitori di cercare una diagnosi per una serie di motivi:

  • Una valutazione ufficiale spiega cosa sta realmente accadendo con l'individuo interessato
  • Possono essere messe in atto terapie specifiche che potrebbero aiutare il bambino più avanti nella vita
  • Insegnanti, tutor, caregiver e familiari avranno direttive più chiare su come interagire con il bambino
  • Una diagnosi dà accesso al sostegno finanziario (dallo stato) o dà diritto alla famiglia di ottenere un sostegno pagato da terapisti specializzati (invece di essere e sentirsi soli)
  • I genitori ottengono una comprensione più approfondita dell'ASD e conoscenze su come affrontare questa condizione, anche con il supporto di altre famiglie che condividono lo stesso problema

Co-diagnosi

La diagnosi di autismo comporta spesso altri tipi di test, per valutare altre aree del sistema cognitivo o emotivo bambino / adulto: test QI (per valutare il livello di intelligenza), ADHD, test del linguaggio e dei disturbi d'ansia. Purtroppo la combinazione di problemi concomitanti non è rara.

Elenco di controllo dell'autismo

Le seguenti liste di controllo possono aiutare il genitore a individuare le bandiere rosse del disturbo dello spettro autistico. Consulta un esperto di autismo se hai 5 o più risposte positive per ogni elenco di controllo ASD.

Elenco di controllo dell'autismo per i più piccoli

  1. Il tuo bambino evita il contatto visivo con te (non ti guarda quando gli parli o lo chiami)?
  2. Il tuo bambino sembra indifferente quando lo sorridi, senza restituire il sorriso o provare alcuna emozione?
  3. Tuo figlio ti ignora quando lo chiami o quando qualcuno in famiglia parla o si avvicina?
  4. Se punti un oggetto con la mano, il tuo aspetto appare indifferente e non guarda nella stessa direzione?
  5. Il tuo bambino evita di usare qualsiasi comunicazione non verbale come espressioni facciali, agitando le mani, gesti fisici?
  6. Hai l'impressione che tuo figlio viva in "un altro mondo" e che sia indifferente ai tuoi stimoli e non sembri attirare la tua attenzione?
  7. Tuo figlio è indifferente alle coccole e non sembra cercarlo?
  8. Il tuo bambino sembra incapace di imitare i movimenti, le espressioni facciali e il tono della voce?
  9. Il tuo bambino preferisce l'isolamento che giocare con altri bambini?
  10. Il tuo bambino sembra indifferente se piangi o simuli dolore e altri segni di angoscia o disagio?

Elenco di controllo dell'autismo per i bambini più grandi

Nei bambini più grandi (esempio pre-scolare, età scolare), l'autismo si manifesta come abilità sociali compromesse, problemi di comunicazione, mancanza di flessibilità e ritardi di apprendimento.

Elenchi di controllo per le abilità sociali ASD

  • Tuo figlio è totalmente disinteressato o ignaro di ciò che sta accadendo intorno a loro (ad esempio, quando altri bambini o familiari sono presenti)?
  • Il tuo bambino ha gravi problemi quando si tratta di fare amicizia, giocare o connettersi con colleghi o familiari (e questo non può essere ricondotto alla timidezza)?
  • Il tuo bambino diventa ansioso quando viene toccato, trattenuto o coccolato?
  • Il tuo bambino non si astiene dal giocare con i giochi o organizza gli oggetti disponibili per inventare nuovi giochi, anche se stupido)?
  • Tuo figlio ha difficoltà a comprendere e parlare dei propri sentimenti e delle altre persone?
  • Tuo figlio sembra non essere interessato a ottenere il riconoscimento o l'attenzione degli altri (ma preferisce piuttosto nascondersi)?

Elenchi di controllo delle capacità comunicative / linguistiche ASD

  • Il tuo bambino parla con un tono di voce molto piatto e privo di emozioni?
  • Tuo figlio sembra parlare solo facendo domande e non facendo mai dichiarazioni ferme?
  • Il tuo bambino risponde alla tua domanda, ripetendo la domanda stessa invece di formulare una risposta reale (forse ripetendo la domanda più volte)?
  • Hai notato che tuo figlio ha ripetuto le stesse parole ancora e ancora, anche da solo, e senza alcuna intenzione di comunicare?
  • Hai notato un tasso eccessivo di errori grammaticali e parole sbagliate nei discorsi di tuo figlio, che sono rari data l'età?
  • Senti che tuo figlio è a disagio con i discorsi immaginari e metaforici e tende a prendere tutto ciò che dici alla lettera, alle prese con ragionamenti più complessi?
  • Tuo figlio parla di se stesso come di un'altra persona?
  • Ritieni che tuo figlio abbia gravi problemi nel comunicare i suoi sentimenti, i suoi desideri, i suoi bisogni?
  • Hai mai pensato che tuo figlio sia ritardato mentalmente a causa della limitata capacità di comprensione e conversazione?
  • A tuo figlio manca la capacità di comprendere il parlare ironico, divertente e sarcastico?
  • Il tuo bambino ha spesso espressioni facciali totalmente stonate rispetto a ciò che sta cercando di dire?
  • Il tuo bambino usa poca, se non nessuna, comunicazione non verbale come cambiare le espressioni facciali, cambiare il tono della voce, i gesti, indicare le cose, i movimenti delle mani?
  • Il bambino reagisce in modo anomalo a rumori forti (ansia, angoscia) e sembra incapace di distrarsi da loro?

Elenchi di controllo per compromissione delle abilità comportamentali ASD

  • Il tuo bambino segue una rigida routine e diventa molto ansioso quando si verifica un cambiamento?
  • Il tuo bambino reagisce male quando qualcosa viene cambiato a casa, come i mobili, la posizione delle famiglie o quando vengono cambiate alcune abitudini domestiche (nuovo orario per il pranzo o la cena o prima di coricarsi)?
  • Tuo figlio ha un interesse ossessivo per pochi oggetti a casa e ignora gli altri?
  • Tuo figlio mostra ossessione per mantenere le cose in un certo ordine e riorganizzare la loro posizione ancora e ancora?
  • Hai sorpreso tuo figlio a guardare oggetti rotanti per ore (esempio: una lavatrice rotante, un ventilatore, una ruota)?
  • Il tuo bambino si ripete ancora e ancora alcuni movimenti specifici o quando si sente in difficoltà o felice? Esempi sono sbattere le mani, sbattere le braccia, sbattere le braccia contro i mobili, ecc.?
ASD nei bambiniListe di controllo dell'autismoAutismo negli adultiSintomi di autismoCause di autismoSegni di autismo

Meetaut

Meetaut aiuta i bambini autistici e i loro genitori a liberarsi dalla solitudine facilitando gli eventi di socializzazione locali: con l'app Meetaut, genitori e tutor possono organizzare o partecipare a incontri nelle loro città in modo che i bambini possano giocare insieme

2 Commenti
  • Giovanna d. rafael
    13:12, 19 gennaio 2020

    sì .. sono d'accordo con tutti quelli sopra perché le manifestazioni di autismo menzionate erano le stesse per mio figlio

  • Jocelyn C. Revilla
    10:57, 27 gennaio 2020

    Molto informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Impostazioni della privacy
Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza durante l'utilizzo del nostro sito Web. Se si utilizzano i nostri servizi tramite un browser, è possibile limitare, bloccare o rimuovere i cookie tramite le impostazioni del browser Web. Utilizziamo anche contenuti e script di terze parti che potrebbero utilizzare tecnologie di tracciamento. Puoi fornire selettivamente il tuo consenso qui sotto per consentire tali incorporamenti di terze parti. Per informazioni complete sui cookie che utilizziamo, sui dati che raccogliamo e su come li elaboriamo, ti preghiamo di controllare i nostri politica sulla riservatezza
Youtube
Consenso a visualizzare contenuti da Youtube
Vimeo
Consenso a visualizzare contenuti da Vimeo
Google Maps
Consenso a visualizzare contenuti da Google
Spotify
Consenso a visualizzare contenuti da Spotify
Sound Cloud
Consenso a visualizzare il contenuto dal suono